Prenota Ora
it
logo-foot
450623377 919616166875053 1487168005873924242 n
cagliari turismo 21.06
447568650 896901292479874 925790396823493651 n
445029474 892414039595266 6788040035953124322 n
cagliari vicolo ph michiel hejinen
cagliari2
422253397 810664561103548 7238381962893922963 n
flamingo-1-7
saline immagine2
image006
cagliari turismo logo

CAGLIARI TURISMO 2024

Cagliari Turismo 2024



Aggiornamento del 12 LUGLIO 2024



Nei mesi di luglio e agosto il Castello di San Michele ospita un ciclo di conferenze per approfondire la conoscenza delle vicende medievali isolane attraverso fatti storici, curiosità e aneddoti. Venerdì, dalle 19:00 alle 20:30, si terrà la conferenza “I Templari in Sardegna: storia, misteri e leggende” a cura di Massimo Rassu, autore di diversi studi sulla storia medievale e sulle fortificazioni cittadine.

 

Cagliari offre la possibilità di visitare numerose e affascinanti mostre.

 

Fino al 6 ottobre il Palazzo di Città ospita una retrospettiva dedicata al celebre fotografo Robert Capa (1913 – 1954). La mostra, voluta dall’Amministrazione comunale di Cagliari e organizzata da Silvana Editoriale, con il supporto della Fondazione di Sardegna, è curata da Marco Minuz. Grazie alla collaborazione dell'Agenzia Magnum Photos di Parigi, l'esposizione riunisce 110 fotografie, garantendo così un percorso antologico completo di tutte le principali esperienze che caratterizzano il lavoro del celebre fotografo ungherese, naturalizzato statunitense.

 

Fino al 3 novembre alla Galleria Comunale d'Arte di Cagliari è possibile ammirare “Bisus: la memoria e l'ombra del tempo”, personale di Gabriella Locci a cura di Olga Scotto di Vettimo. Il percorso espositivo è concepito come un focus sugli ultimi quindici anni di sperimentazione dell'artista e comprende xilografie, tecniche calcografiche e pitture.

 

Il Castello di San Michele accoglie fino a domenica 1° settembre la mostra "Castellum Castri: vita quotidiana nella Cagliari pisana". L'esposizione, organizzata da Orientare in collaborazione con l'Associazione Culturale Samarcanda e con l'Assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune di Cagliari, condurrà i visitatori in un viaggio nel tempo alla scoperta delle abitudini e degli stili di vita del periodo pisano.

 

Fino al 26 luglio la Fondazione per l'arte Bartoli Felter ospita la mostra "Assenza" di Pablo Mesa Capella. Nella ricerca dell’artista, come sottolinea la curatrice della personale Patrizia Rossello, è immediatamente percepibile la capacità di indagine di nuovi concetti, il desiderio di esplorare forme e materiali, il gusto del dettaglio, l'utilizzo di un linguaggio stilistico sempre rinnovato, fondamenti che caratterizzano la produzione di Pablo Mesa Capella, mai banale e scontata. La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì, dalle 17:00 alle 19:30.

 

Fino al 6 ottobre il Museo Santa Eulalia accoglie la mostra “Viaggio nella spiritualità dell'arte contemporanea”. A partire dai temi dell’uomo che vive lo spazio e del viaggio come ricerca di verità, le opere dei due artisti Ermenegildo Atzori e Franco D’Aspro dialogano tra loro attorno all’immagine del Crocifisso, con differenti tecniche e materiali, mettendo in luce diverse spiritualità.

 

Sino al 18 agosto alla Mediateca del Mediterraneo è visitabile la mostra personale “Riflessi sull'acqua” di Giulio Gorini. Realizzati con la tecnica dell’olio su tela, i 15 quadri dell'artista sono esposti secondo un preciso percorso tematico con soggetti pittorici che spaziano da nature morte a panorami e paesaggi, a composizioni allegoriche e fantastiche.

 

Con la mostra “SURFISH AL T. Mediterraneo sottosopra”, nata da un’idea di Giovanni Ottonello, a cura di Caterina Ghisu, Tramare, T Art, Tiziana Sanna, in collaborazione con il surf designer Fabio Ruina, si avventura nelle profondità del Mar Mediterraneo per proseguire la ricerca sulle specie che vivono in ecosistemi delicati delle sue mostre precedenti. L’esposizione è visitabile fino al 5 settembre 2024 al Thotel .

 

Se amate l'arte contemporanea, non perdetevi la mostra "MATERIALE" alla Galleria Macca. Lungo il percorso espositivo potrete ammirare le opere di Veronica Paretta e Sasha Roshen. Visitabile fino al 26 luglio, ogni martedì, giovedì e venerdì, dalle 19 alle 21, o su appuntamento.

 

Fino al 31 agosto il Centro d'arte e cultura EXMA - Cagliari propone una mostra, nella Sala delle Volte, ideata e organizzata da Orientare srl, dal titolo “I manifesti cinematografici della collezione Senis, il cinema e l’arte dell’illustrazione” che attinge da questo straordinario fondo.

Fino al 17 luglio la sala espositiva della Torretta ospita, invece, l’esposizione “Seeds, old e new works mixed” del designer e direttore artistico Gianfranco Setzu.

Nella Sala della Terrazza, infine, fino alla fine del 2024 è possibile scoprire la mostra "Immagini nel tempo" che ripercorre la storia dell'Exma, da primo mattatoio comunale a primo centro comunale d'arte di Cagliari.

 

“Guarda il cielo prima di dormire” è un invito a non dimenticare la dimensione del sogno, della memoria e dell’immaginazione. Ma è anche il titolo della nuova mostra di Giuseppe Loi, visitabile sino al 1° settembre a Il Ghetto. La mostra, a cura di Amedeo Alessio, organizzata e prodotta dalle cooperative Agorà Sardegna Società Cooperativa e CoopCulture con il sostegno della Fondazione di Sardegna, in collaborazione con il Comune di Cagliari, esplora i molteplici linguaggi artistici utilizzati da Giuseppe Loi, che spaziano tra fotografia, installazione e assemblage, attraverso l’utilizzo di diversi materiali.

 

Fino al 25 luglio la Galleria La Ruota della Fortuna ospita la mostra collettiva d'arte intitolata "Supercollettiva 2024". In esposizione le opere di oltre 50 artisti dell’associazione e alcune delle opere realizzate nel corso dell'ultima estemporanea pittorica Isolarte 2024. La mostra è visitabile dal lunedì al venerdì.

 

Fino al 30 settembre la Fondazione di Sardegna accoglie la mostra “Traces” di George Georgiou e Vanessa Winship, a cura di Marco Delogu e dedicata alla costa occidentale e alle aree interne della Sardegna. Il progetto Traces è l’esito di un’esperienza di residenza e produzione fotografica sul territorio sardo, promossa dalla Fondazione di Sardegna e che rientra nel programma di AR/S Arte condivisa in Sardegna. La mostra è visitabile dal lunedì al sabato dalle 10:00 alle 20:00.

 

Nuragica - La mostra rappresenta un'opportunità unica per tutti coloro, adulti e bambini, che desiderano immergersi alla scoperta dell'antica civiltà dei sardi; un racconto guidato tra passaggi segreti, spettacolari ricostruzioni e incontri con personaggi misteriosi. Il Palazzo Chapelle, in via Roma 191, ospita un percorso interessante che si avvale della virtual reality, di ricostruzioni e scenografie suggestive e dettagliate. Aperto alle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 con tour guidati prenotabili al 389 5949055.

 

Coloro che desiderano conoscere le vicende storiche della città nel weekend potranno approfittare dell'apertura dei musei, dei siti archeologici e di alcuni interessanti edifici storici.

 

La Cittadella dei Musei ospita l'importante Museo Archeologico Nazionale di Cagliari, con i suoi antichi reperti che spaziano dalla Preistoria all’Alto Medioevo, e la Pinacoteca nella quale spiccano meravigliosi retabli.

 

Sempre all’interno della Cittadella dei Musei è possibile ammirare i pezzi artistici dal fascino esotico del Museo d'Arte Siamese "Stefano Cardu" e i modelli anatomici, fulcro della Raccolta delle Cere Anatomiche Clemente Susini.

 

Un meraviglioso panorama vi aspetta dalla Torre Campanaria della Cattedrale di Santa Maria, attrazione imperdibile situata nel quartiere di Castello, visitabile da lunedì a sabato dalle ore 10:30 alle 16:00 o su prenotazione (al numero 070663837 o tramite la chat presente su Google Maps).

 

Una visita al Palazzo Regio vi consentirà di ammirare le eleganti sale dell'antica dimora dei viceré, che per un breve periodo ospitò anche la famiglia reale sabauda. Aperto dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 18:30.

 

Il quartiere della Marina ospita un interessante complesso culturale assolutamente da non perdere: il Museo Santa Eulalia conserva il patrimonio storico-artistico delle tre chiese di Sant'Eulalia, Santa Lucia e Santo Sepolcro e una vasta area archeologica sotterranea che testimonia i cambiamenti vissuti dalla città nel corso dei secoli.

 

Grande fascino dal punto di vista archeologico riveste Tuvixeddu, la più grande necropoli punica riportata alla luce nel bacino del Mediterraneo.

 

I Monumenti di Cagliari (Anfiteatro di Cagliari, Torre dell'Elefante, Grotta della Vipera, Cripta di Santa Restituta, Passeggiata Coperta del Bastione di Saint Remy e Galleria dello Sperone) continuano ad attrarre tantissimi visitatori desiderosi di conoscere la storia, l’archeologia e la bellezza della città nelle diverse epoche storiche.

 

In via Pergolesi (previa prenotazione: effe.anton@gmail.com/347 4187515) è possibile ammirare una straordinaria e particolare raccolta, che richiama il magico mondo dell'infanzia e le tradizioni di Paesi diversi: si tratta della Collezione Fontana di bambole e giocattoli, nata dalla instancabile ricerca della signora Maria Antonella Fontana.

 

Tra gli spazi espositivi della città, spicca per originalità il Museo Contus de Arrejolas, che illustra l'arte antica delle mattonelle decorate a mano e si arricchisce ogni giorno di storie e oggetti consegnati dai visitatori. Il museo è visitabile sabato e domenica dalle 10.30 alle 13.00, gli altri giorni su prenotazione (347 8538959).

 

Lo spazio Coccodè APS (visitabile previa prenotazione al numero 338 7038332) è nato dalla passione e dall'estro creativo di Roberto Caredda che, grazie all'arte del riciclo, ha dato vita a un luogo magico dove è possibile rivivere delle sensazioni forse sopite, ma certamente non dimenticate, del bambino che c'è in noi.

 

Percorrendo le strade della città è possibile imbattersi nei suoi meravigliosi luoghi di culto, tra cui spiccano la Cattedrale di Santa Maria, il complesso religioso di Nostra Signora di Bonaria, la Chiesa di San Michele, capolavoro dell’architettura barocca, e la Basilica di San Saturnino con i suoi resti archeologici.

 

Il Cimitero Monumentale di Bonaria di origine ottocentesca ospita opere funebri di grande fascino dedicate a tante illustri personalità.

 

Le numerose specie di uccelli, gli antichi edifici legati all'attività di estrazione del sale e uno scenario naturalistico suggestivo rendono unico e molto frequentato il Parco Naturale Regionale Molentargius-Saline, visitabile a piedi, in bici o prenotando un'escursione presso l'infopoint del parco.

 

UniCa - Orto Botanico HBK svela i suoi meravigliosi colori e le numerose specie vegetali che lo popolano.

 

Le Saline Conti Vecchi, lo stabilimento di sale tuttora produttivo, organizzano interessanti tour a piedi e in trenino tra vecchi edifici d'epoca, documenti d'archivio, vasche salanti e candide montagne di "oro bianco".

 

I giardini e i parchi cittadini sono oasi di pace dove trascorrere il tempo libero in compagnia dei propri affetti oppure dedicarsi allo sport o alla lettura.

 

Il mare è una delle tappe imperdibili del weekend. Il litorale del Poetto e la spiaggia di Calamosca invitano a concedersi bagni rinfrescanti o a vivere l'emozione di uno sport d'acqua come il windsurf, il SUP e le escursioni in kayak e canoa.

 

Per tutto il fine settimana saranno numerose le guide turistiche professioniste pronte a farvi scoprire le meraviglie della città con tour emozionanti alla scoperta della storia di Cagliari e dei suoi monumenti.

 

Tutti i dettagli relativi agli eventi in programma, ai servizi offerti e agli orari di apertura di musei e monumenti sono disponibili all’interno del nostro portale, costantemente aggiornato dagli operatori del nostro ufficio turistico.

 

https://cagliariturismo.comune.cagliari.it/

 

La bellissima foto che vi mostriamo oggi è stata realizzata da Stephano Dessi (@stephano11 su Instagram)!

 

top