Micromacro

Mostra fotografica di Gloria Lecca a Cagliari dal 1 marzo 2013 nella galleria d'arte "Suoni e Pause" in piazzetta Savoia.

“La verza si mise a provar gonne”, scrisse Pablo Neruda nelle Odas Elementales. Gloria Lecca compie un diverso atto poetico nello scovare tra le fibre di altri figli dell’orto o del giardino, figure di cigni e ballerine, di tori, gufi e pappagalli, di galli e pinguini o volteggiar d’acrobati. Punta la sua macchina fotografica, da cui raramente si separa, sui veli trasparenti della cipolla, sulle cuspidi dei pomodori, sulle bucce dell’aglio. E si sofferma, in una lunga sequenza dalle variazioni minime, sui comportamenti degli steli della passiflora- il Fiore della Passione - che si slanciano, si torcono, si abbarbicano. La fotografa delle cose invisibili coglie dei suoi soggetti tutte le fasi vitali, dalla turgidezza al declino. E mette in risalto la nascosta bellezza dei filamenti di una banana o di una foglia di sedano attraverso il filtro di un’attenzione stupita e totale. Forse per gratitudine, gli umili esemplari botanici si riempiono di luce, si muovono leggeri e superbi, si distendono morbidi assumendo la consistenza di pennellate d’acquarello. Gloria Lecca, che ascolta le storie che ogni ramoscello le racconta, tiene chiusi in una scatoletta minuscoli reperti erbacei. Li esamina ogni tanto, come fossero creaturine dotate di vita e di carattere. Trovatelli raccattati per strada, ( Gloria cammina con gli occhi rivolti a terra ) poi portati a casa e infine messi in posa davanti all'obiettivo. E’ il taglio, e la qualità del colore lasciato al naturale, a dare a queste sorprendenti immagini l’impronta del realismo fantastico.

A cura di Alessandra Menesini e della Fondazione Bartoli-Felter.
Dal 1 marzo al 15 marzo 2013 | dal martedì al sabato | dalle ore 18:00 alle 20:00